Change Language

RapidEye per l'Agricoltura
Fornisce un enorme quantitativo di immagini che consentono l'estrazione accurata e tempestiva delle informazioni rilevanti del raccolto.
Dati Altissima Risoluzione
L'utilizzo di scene acquisite da satelliti ad altissima risoluzione spaziale ha aperto ulteriori scenari di applicazioni a scala molto piccola, tipiche di amministrazioni ed Enti locali.
Geographic Information System
Insieme organizzato di hardware, software e persone, finalizzato alla acquisizione, gestione, analisi e visualizzazione di informazioni alfanumeriche e grafiche riferite ad un determinato territorio.
Territorio e Geologia
La conoscenza delle caratteristiche territoriali e della loro evoluzione nel tempo, è il punto di partenza per una ottimizzazione della gestione dello stesso. A tale scopo, i processi di studio e pianificazione del territorio, possono essere supportati da soluzioni GIS (come banche dati geografiche e sistemi informativi territoriali)
Cartografia SAPR
La Iptsat ha ultimato lo sviluppo della cartografia con le "no fly zones" per l'Italia. Si tratta di una banca dati geografica che ha convertito le regole tecniche del regolamento Enac associate alle prescrizioni Enav, in mappe navigabili on line tramite webgis.
Smart Cities
Iptsat sviluppa progetti di armonizzazione di infrastrutture e dati geografici all'interno dei comuni, rendendoli accessibili e utilizzabili dal più alto numero di utenti possibile attraverso la conversione in open data e la pubblicazione in cataloghi e webgis.

Servizi a Valore Aggiunto

L'utilizzo dei dati satellitari multispettrali ad alta risoluzione RapidEye e/o di immagini acquisite da altri satelliti (Geoeye, Ikonos, Worldview, Spot…) e il know-how specifico sul GIS e sul Remote Sensing, combinati al supporto dei propri collaboratori scientifici e (ove necessario) all'impiego di rilievi a terra e/o di altre fonti di dati, permette ad Iptsat di proporre soluzioni e servizi ad alto valore aggiunto e di progettarne nuovi sulla base delle esigenze dei clienti.

Servizi di correzione e di preparazione delle immagini satellitari

Iptsat è in grado di fornire servizi di correzione geometrica e di correzione radiometrica su qualsiasi tipo di immagine acquisita con sensori ottici. Sono possibili le seguenti elaborazioni:

Calibrazione radiometrica TOA (Top of Atmosphere): Calcolo de valore di Riflettanza al top dell'atmosfera (Si normalizzano le diverse condizioni di illuminazione solare a diversi tempi di acquisizione).

Correzione atmosferica al suolo: Calcolo de valore di Riflettanza al suolo (rimuove gli effetti dell'atmosfera sull'immagine).

Ortorettifica: i dati possono essere ortorettificati in diverse modalità con o senza GCP (Ground control point) a seconda delle accuratezze richieste. Sono possibili i seguenti metodi di ortorettifica:

  • Modello orbitale con utilizzo di GCP
  • Funzioni razionali con utilizzo di RPC (Rational Polinomial Coefficient) con o senza GCP
  • Funzioni razionali con utilizzo di GCP

Orientamento in Stereoscopia: orientamento di due o più immagini acquisite in stereoscopia per applicazioni di estrazione di informazioni in 3d (estrazione dem, fotorestituzione in 3d).

Change Detection ed analisi storiche

Il Change Detection è la tecnica di elaborazione di immagini telerilevate da satellite ad alta risoluzione di diversi periodi, per l'individuazione e/o discriminazione delle variazioni ambientali ed urbane nel tempo. Nella procedura di aggiornamento delle analisi sul territorio i dati satellitari ad alta risoluzione vengono georeferenziati ed ortorettificati in base allo stesso sistema di riferimento delle foto aeree precedentemente utilizzate.
Tramite il Change Detection si realizza un passo utile a tenere traccia di variazioni altrimenti non rilevabili sulla documentazione ufficiale o tramite rilievi a campione.
Le immagini satellitari utilizzate offrono un'informazione reale ed aggiornata grazie all'elevato grado di dettaglio geometrico. L'utilizzo di tali prodotti permette di monitorare il territorio, sia urbano che extra-urbano, ad intervalli di tempo regolari, permettendo di seguire lo sviluppo del territorio nel tempo.

Analisi del Territorio
Tecnica di Analisi del Territorio che permette di censire i cambiamenti in un determinato arco temporale attraverso il confronto di dati multitemporali.

dem – Stereoscopia

Un modello digitale di elevazione (anche noto come DEM, dall'inglese Digital Elevation Model) è la rappresentazione della distribuzione delle quote di un territorio, o di un'altra superficie, in formato digitale. Il DEM può essere prodotto con tecniche diverse. I modelli più raffinati sono in genere realizzati attraverso tecniche di telerilevamento che prevedono l'elaborazione di immagini radar o stereocoppie satellitari.
L'utilizzo dei modelli digitali del terreno (DEM) è necessario in moltissimi tipi di applicazioni quali generazione di mappe, monitoraggio ambientale, analisi geospaziali, ingegneria delle telecomunicazioni e altro ancora.
Iptsat è in grado di generare Dem da immagini satellitari acquisite in stereoscopia.
I metodi utilizzati da Iptsat prevedono: l'utilizzo di un modello orbitale, l'attribuzione di punti di controllo (Gcp) e di punti omologhi (TP), il susseguente orientamento delle immagini, la generazione di immagini epipolari (facoltativo), l'estrazione del Dem, la correzione e la validazione.

Iptsat attraverso la partnership con NNT DATA e RESTEC distribuisce il dato 3D mondiale AW3DTM che copre tutto il mondo mostrando le ondulazioni del terreno con la risoluzione più alta disponibile sul mercato (5 METRI) usando il dato PRISM del satellite ALOS DELL'agenzia spaziale giapponese.

Link approfondimento: Asita 2014


Dem estratto da sterescoppia satellitare
Dem estratto da sterescoppia satellitare
Esempio Dem estratto da sterescoppia satellitare.

ctrn e dbt

La "Carta Tecnica Regionale Numerica" (CTRN) costituisce la base di riferimento per la redazione degli strumenti urbanistici comunali, per i Piani di Coordinamento Provinciali, per i Piani d'Area e per i vari piani di settore della pianificazione e della programmazione regionale.
Le immagini satellitari e la loro elaborazione sono di fondamentale supporto per la realizzazione o l'aggiornamento delle CTRN.
Iptsat ha elaborato un sistema per rielaborare le informazioni della CTRN e ridefinirle come geodatabase topografici.
E' già disponibile lo schema con i Domini e il Template del DBT (Database Topografico) del Lazio implementati su piattaforma Esri.

Esempio Geodatabase
Esempio Geodatabase "DBT Regione Lazio" su Template ArcMap.

ortofotocarte

Le ortofotocarte possono essere considerate dei dati cartografici di base integrativi o sostitutivi delle cartografie classiche di uso comune (ctr, cartografia IGM etc). Il loro utilizzo si inserisce in un contesto in cui vi è carenza di dati cartografici aggiornati e o la totale assenza degli stessi. La prima situazione si verifica quando si vuole ottenere un prodotto cartografico aggiornato, in tempi brevi e a costi ridotti, che ha gli stessi requisiti di informazione cartografica e gli stessi livelli di accuratezza posizionale di una cartografia tradizionale. La seconda situazione si verifica di frequente nei paesi in via di sviluppo in cui manca un dato cartografico di riferimento, infatti nei paesi africani, in Albania o anche in altri contesti vengono utilizzate in sostituzione della cartografia tradizionale.
I principali vantaggi dell'utilizzo delle Ortofotocarte stanno: nei costi di produzione più contenuti rispetto alle cartografie tradizionali, nella informazione visiva che permette una percezione diretta del territorio in esame, e una drastica riduzione dei tempi di aggiornamento della cartografia soprattutto nei casi di utilizzo di dati satellitari.

Una ortofotocarta è formata essenzialmente da una ortoimmagine satellitare inquadrata in un cartiglio.
Per facilitarne l'utilizzo e per inquadrare l'ortoimmagine nel sistema di riferimento scelto vengono utilizzati: un reticolato chilometrico, un reticolato geografico e un cartiglio con una serie di ulteriori informazioni.

Esempii di Ortofotocarta e di Cartiglio
Esempio di Ortofotocarta (sinistra) e di Cartiglio (destra).

mappe di indici di vegetazione

Grazie all'elaborazione di dati telerilevati multispettrali e multitemporali, la Iptsat è in grado di realizzare mappe di indici di vegetazione indispensabili alla classificazione e al monitoraggio dello stato e del cambiamento delle risorse agricole, forestali e vegetazionali:

  • Mappe di indice NDVI e NDVI Red Edge: mostrano le differenze nel vigore delle piante
  • Mappe di indice fPAR e LAI: sono utilizzati per il calcolo della fotosintesi di superficie, l'evapotraspirazione e la stima di produzione annua netta primaria
  • Mappe di indice TCARI e MCARI (Mappe di clorofilla): mostrano lo stato nutrizionale di azoto delle piante
  • Mappe di indice OSAVI: con questo indice, grazie alla combinazione con la linea dei suoli, si ha un miglioramento dei contributi di riflettanza dell'ambiente circostante e un miglioramento della sensibilità alle variazioni di contenuto di clorofilla fogliare
Esempio di mappa di indice NDVI multitemporale
Esempio di mappa di indice NDVI multitemporale (Val d'Orcia) elaborata da dato satellitare RapidEye

 

Per restare informato su tutte le nostre attività, iscriviti alla nostra newsletter

Per restare informato su tutte le nostre attività, iscriviti alla nostra newsletter

+39 0642041717

Esri Business Partners

Aica

Planet

Chi siamo | Contatti | Site Map
Via Sallustiana, 23 00187 - Roma | commerciale@iptsat.com | info@iptsat.com
© Copyright 2015 - iptsat s.r.l. - note legali | Partita IVA 01882071002 | mailto:valerio.caroselli@pec.it

Chi siamo | Contatti | Site Map
Via Sallustiana, 23 00187 - Roma
commerciale@iptsat.com | info@iptsat.com
© Copyright 2015 - iptsat s.r.l. - note legali
P. IVA 01882071002 | mailto:valerio.caroselli@pec.it